Image Cross Fader Redux
A Maria Madre mia, pozzo d'amore ove immergo l'anima in Cristo.

Video canto "Ave Maria" di Schubert con testo (Lexi Mae)

Ave Maria,
gratia plena,
Maria gratia plena,
Maria gratia plena,
Mater,
Mater Dominus,
Dominus tecum.

Benedicta tu in mulieribus,
et benedictus,
et benedictus fructus ventris,
ventris tui Iesus.
Ave Maria, Ave Maria,
Ave Maria, Ave Maria.
Ave Maria, Ave,
ora pro nobis peccatoribus,
ora, ora pro nobis,
ora, ora pro nobis, peccatoribus.
Nunc et in hora mortis,
in hora mortis nostrae,
in hora mortis nostrae,
in hora mortis nostrae.

Ave Maria,
gratia plena,
gratia plena.
Ave Maria.
Ave Maria.

Video canto "Adoro Te Devote" con testo latino e italiano


Adoro te devote, latens Deitas,
Quæ sub his figuris vere latitas;
Tibi se cor meum totum subjicit,
Quia te contemplans totum deficit.

Visus, tactus, gustus in te fallitur,
Sed auditu solo tuto creditur.
Credo quidquid dixit Dei Filius;
Nil hoc verbo veritátis verius.


In cruce latebat sola Deitas,
At hic latet simul et Humanitas,
Ambo tamen credens atque confitens,
Peto quod petivit latro pœnitens.
Ti adoro devotamente, o Dio nascosto, davvero presente sotto questi segni: il mio cuore a te tutto si affida perché, contemplandoti, tutto viene meno.

La vista, il tatto, il gusto, non ti percepiscono, ma solo per l'ascolto si crede con certezza. Credo tutto ciò che ha detto il Figlio di Dio; nulla è più vero di questa parola di verità.

Sulla croce solo la divinità era celata, qui anche l'umanità non appare, ma credendo e confessando entrambe chiedo ciò che chiese il ladrone pentito.

Verbo eterno di Dio

Verbo eterno di Dio, che hai voluto incarnarTi in Gesù Cristo, pensiero infinito dell'infinito, ombra della sua luce, canto del suo silenzio.
Tu che sei la parola di chi non ha parole la voce dell'ineffabile, la manifestazione dell'indicibile, in Te sono state pensate tutte le cose che esistono, che esisteranno, che potrebbero esistere, tutte le realtà e le possibilità degli universi.
E tu soltanto sai quanti sono gli universi e gli astri che ruotano intorno alla tua gloria.
Tutte le cose hanno il segno di Te, che è il segno stesso del Padre, trasmesso dalla tua luce infinita.

Noi Ti adoriamo nella carne e al di là della carne anche prima che assumessi sembianze, tangibilità, visibilità.
Spingiamo i nostri occhi in quell'eternità insondabile di Dio che chiamiamo cielo, e in Te troviamo il primo modello della Terra.
E Ti adoriamo, per quelle tue mani senza mani, e che avrebbero avuto mani, che hanno impastato i mondi e seminato gli astri nei cieli e che alla fine hanno impastato il fango umano per trarne noi, tuoi figli, tuoi fratelli, tuoi amici e consorti, noi di cui hai voluto sposare la carne, la sorte, e la vita.

Grazie a Deserto per questo testo così ispirato.

Preghiere per i Sacerdoti

Preghiera per la santificazione dei sacerdoti
O Gesù, Pontefice eterno, Pastore buono, Fonte di vita, che per singolare munificenza del tuo dolcissimo Cuore ci hai dato i nostri Sacerdoti a fine di compiere in noi quei disegni di santificazione che la tua grazia ispira ai nostri cuori, noi ti preghiamo: vieni in loro aiuto con la tua misericordia soccorritrice.
Sia in essi, o Gesù, viva nelle opere la Fede, incrollabile nelle prove la Speranza, ardente nei propositi la Carità. La tua parola, raggio dell'eterna Sapienza, divenga, per la continua meditazione, l'alimento perenne della loro vita interiore; gli esempi della tua vita e della tua Passione si rinnovino nella loro condotta e nelle loro sofferenze a erudizione nostra, a luce e conforto nei nostri dolori.
Fà, o Signore, che i nostri Sacerdoti, distaccati da ogni mondano interesse e unicamente solleciti della tua gloria, persistano fedeli al dovere con pura coscienza fino all'estremo anelito. E quando con la morte del corpo rimetteranno nelle tue mani la ben compiuta consegna, abbiano in Te, Signore Gesù, che fosti in terra loro Maestro, l'eterno premio della corona di giustizia nello splendore dei Santi. Così sia.
Ssmus D. N. Pius div. Prov. Pp. XII benigne tribuere dignatus est partialem mille dierum Indulgentiam, a christifidelibus saltem corde contrito acquirendam, quoties supra relatam orationem devote recitaverint. Contrariis quibuslibet minime obstantibus.

Il S. Rosario: più cuori, una voce

Il Rosario si recita come si canta nel coro
Dio ci doni di comprendere come, aprendoci alla Grazia che sempre effonde su quelli che lo amano, lo Spirito Santo ci ispiri deliziosamente nella recita del S. Rosario, giacché questa preghiera così inebriante e articolata, quando viene recitata in gruppo risulta spesso disturbata da personalismi quali il voler primeggiare, il sovrastare di tono, o l'insistere caparbiamente nella recita coi propri tempi. Ciò è realmente mancanza di umiltà di fronte a Dio e agli altri partecipanti, poiché è preghiera pura (1) quella in cui si dimentica noi stessi, [«Io vivo, ma non sono più io che vivo, è Cristo che vive in me» Gal. 2,20], quella in cui Dio medesimo è preghiera in noi.

Nella preghiera Dio si manifesta nella gloria dell'amore
Il Santo Rosario è preghiera meditativa e anche contemplativa, è l'arma potente contro satana che la Madonna sempre invita a recitare, è un'intimità d'amore a doppio senso nella quale Ella sempre ci presenta il Figlio. E' una preghiera complessa, cioè composta da più preghiere, al tempo stesso facile e difficile, che induce alla (la) presenza struggente di Dio, dei Santi, degli Arcangeli, degli Angeli. E' facile perché si compone di preghiere ben conosciute, è difficile perché, per lo stesso motivo, è possibile cedere ad altri pensieri quel tempo riservato a Dio.

Consigli per la preghiera di Matta el Meskin: "Il sacrificio, pienezza dell’obbedienza"

Matta el Meskin, (Matteo il povero) monaco eremita, rinnovatore della vita monastica originale dei padri del deserto, Igumeno (Abate) nel monastero di San Macario a Scete in Egitto. I suoi preziosi scritti costituiscono una "guida alla preghiera" sul modo di intrattenersi con Dio nell'autentica preghiera del cuore, quella preghiera che ristabilisce la nostra condizione di figli che gridano “Abbà Padre”.

Il sacrificio, pienezza dell’obbedienza
Il progresso nella preghiera determina il progresso nell’obbedienza. E la pienezza dell’obbedienza è in se stessa la pienezza dell’amore. Quando il cuore diventa sensibile all’amore di Cristo, quando ne è toccato e vi risponde con docilità, diventa degno di essere iniziato al suo mistero. Il sacrificio è il mistero dell’amore di Cristo. In altre parole, quando ami la preghiera e trovi in essa il tuo equilibrio spirituale, entri in comunione spirituale con Cristo: cominci a compatire con lui la miseria dei peccatori, degli oppressi e dei poveri; il tuo cuore diviene simile a quello di Cristo. La preghiera perseverante e fedele comporta quindi una comunione reale alla vita di Cristo e una partecipazione alla sua missione essenziale. Se sei assiduo alla preghiera, non tarderai a ricevere nel tuo cuore il fuoco di Cristo e la sua missione propria, cioè il desiderio ardente della salvezza degli uomini, l’amore per i peccatori, il dono di sé per sollevare gli altri, l’impoverimento volontario per arricchire i fratelli e la scelta generosa della croce come segno di amore autentico.
Nella preghiera, dunque, cominci con l’incontrare Cristo, poi lo ami ed entri in comunione con lui, infine partecipi realmente alla sua vita e alla sua croce. Se desideri far tua la missione di Cristo, annunciare le sue sofferenze e la sua croce, devi quindi cominciare con il dedicarti alla preghiera con tutto il cuore, allo scopo di impregnarti della volontà di Cristo, prima di abbracciare la missione.

Video canto "Shema Yisrael" con testo


Shema Yisrael, Adonai eloheinu, shema Yisrael, Adonai echad.
Ve'ahavta et Adonai, bekhol, kevod echad, bekhol nafshekha, me'odekha, Adonai echad.
Adonai echad, shema, shema Yisrael, shema Yisrael, Adonai, Adonai echad.
Shema Adonai, echad Adonai, echad.
Shema Yisrael, Adonai eloheinu, shema Yisrael, Adonai echad.
...


Brano tratto dal film "Mosè", Italia 1995.
Musiche di Marco Frisina.
Voce solista Paola Cecchi.
Grazie a Deserto Shemà Israel per il video e le informazioni!

Gentile visitatore, se rilevi (possibili) inesattezze nel testo di questo bel canto, ti prego di inviarmi le correzioni che ritieni opportune scrivendomi qui, grazie!

Video canto "Benedictus" (Cantico di Zaccaria) con testo

Benedetto il Signore, Dio di Israele,*
perché ha visitato e redento il suo popolo
e ha suscitato per noi una salvezza potente*
nella casa di Davide suo servo,
come aveva promesso*
per bocca dei suoi santi profeti di un tempo,
salvezza dai nostri nemici*
e dalle mani di quanti ci odiano;
così Egli ha concesso misericordia ai nostri padri*
e si è ricordato della sua Santa Alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo nostro padre*
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore in santità e giustizia*
al suo cospetto per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo,*