Image Cross Fader Redux
Adotta spiritualmente un sacerdote
Il Fuoco di Ars Il Fuoco di Ars

Quando piange un bambino è un figlio tuo che piange

NOTIZIE DAL CAMPO: VIETNAM
Gennaio 2015

Sono tanti i bambini che nascondono sotto il proprio cuscino ciò a cui tengono di più! Questo è quello che ha fatto un bambino vietnamita di quattro anni lasciando sotto il proprio cuscino una lettera scritta da un medico di Operation Smile in cui gli prometteva che sarebbe tornato da lui per curare il suo “labbro”. 

I desideri dei bambini nati con malformazioni al viso, come la labiopalatoschisi, sono veramente semplici: mangiare senza soffrire…sorridere senza provare vergogna… frequentare la scuola come tutti gli altri bambini. 

Ultimo messaggio di Medjugorje, 25 gennaio 2015

Our Lady of Medjugorje, Gospa mira,


La Madonna a Marija Pavlovic
"Cari figli! Anche oggi vi invito: vivete nella preghiera la vostra vocazione. Adesso, come mai prima, Satana desidera soffocare con il suo vento contagioso dell’odio e dell’inquietudine l’uomo e la sua anima. In tanti cuori non c’è gioia perché non c’è Dio, né la preghiera. L’odio e la guerra crescono di giorno in giorno. Vi invito, figlioli, iniziate di nuovo con entusiasmo il cammino della santità e dell’amore perché io sono venuta in mezzo a voi per questo. Siamo insieme amore e perdono per tutti coloro che sanno e vogliono amare soltanto con l’amore umano e non con quell'immenso amore di Dio al quale Dio vi invita. Figlioli, la speranza in un domani migliore sia sempre nel vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

CRISTIADA?

Il film è stato spinto oltre misura nei canali cattolici con modalità decisamente "insolite", mai riscontrate prima.
Forse gli autori del modus operandi, avevano già messo in conto che ciò avrebbe potuto far insorgere perplessità tali da giustificare un sentimento di "non condivisione"? Non credo, ma è quello che in parte sta accadendo.
Dunque per favore, ora basta CRISTIADA, a meno che, alla promozione del film non venga affiancata una campagna di beneficenza reale, con la cessione di parte dei diritti.
Sarebbe un'altra musica, che forse i responsabili dei canali cattolici avrebbero potuto pretendere, prima di prestarsi.
Al momento non si trovano notizie in tal senso, ma non possiamo neppure escludere che la Società che ha curato doppiaggio e distribuzione possa farlo, spontaneamente, a posteriori... chissà.

Vangelo di domenica 25 gennaio 2015 (Marco 1, 14-20) con meditazione del Card. Piovanelli

III Domenica del Tempo Ordinario - Anno B
"Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il Vangelo di Dio e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al Vangelo”.
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: “Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini”. E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.
Parola del Signore

Come recitare (bene) il S. Rosario

Dio mi doni umiltà di cuore per far comprendere come, aprendosi alla Grazia che sempre discende su quelli che amano Dio, lo Spirito Santo ispiri con delizia ai misteri divini nella recita del S. Rosario, giacché questa preghiera comunitaria (in gruppo), così inebriante e articolata, appare talvolta "viziata" dai tanti personalissimi modi di pregare, e perfino dalla respirazione...!

Premessa
Il S. Rosario, preghiera sia meditativa che contemplativa, è un'arma potentissima contro satana, per questo è anche la preghiera che la Madonna ha sempre detto di preferire.
E' una preghiera complessa, cioè composta da tante preghiere, al tempo stesso facile e difficile, che induce all'intimità d'amore con le tre Persone della Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo, e con la Vergine Maria.
E' facile perché si compone di preghiere da tutti ben conosciute, è difficile perché, per lo stesso motivo, è possibile perdere la concentrazione e cedere ad altri pensieri questo tempo riservato a Dio. Se è vero che ciò è perdonabile, è anche vero che questo impedisce la perfetta comunione di preghiera con il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo e con la Vergine Maria, giacché si prega con il cuore più che con le parole, affinché "la bocca non dica parole vane, ma ciò che lo Spirito Santo riscalda nel cuore".

Video canto "O Sanctissima" con testo latino e italiano (Versione di Beth Nielsen Chapman)

O Sanctissima, o piissima,
Dulcis Virgo Maria.
Mater amata, intemerata,
Ora, ora pro nobis.

Tu solatium et refugium,
Virgo Mater Maria.
Quidquid optamus,
per te speramus,
Ora, ora pro nobis.

Dole languoris,
Sana dolores,
Ora, ora pro nobis.

Virgo respice, Mater aspice,
Audi nos, Maria.
Tu medicina, optas divina,
Ora, ora pro nobis.
Ora, ora pro nobis.
O Santissima, o piissima,
Dolce Vergine Maria.
Madre amata, intemerata,
Prega, prega per noi.

Tu sei nostro conforto e rifugio,
Vergine Madre Maria.
Per le nostre necessità,
in te confidiamo,
Prega, prega per noi.

Tu guarisci le malattie,
Tu sani i nostri dolori,
Prega, prega per noi.

O Vergine seguici, guardaci,
Ascoltaci, Madre Maria.
Tu ci soccorri, o volontà divina,
Prega, prega per noi.
Prega, prega per noi.

Vangelo di domenica 18 gennaio 2015 (Giovanni 1, 35-42) con meditazione del Card. Piovanelli

II Domenica del Tempo Ordinario - Anno B
"Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa
In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: “Ecco l’agnello di Dio!”. E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.
Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: “Che cosa cercate?”.
Gli risposero: “Rabbì – che, tradotto, significa maestro -, dove dimori?”.
Disse loro: “Venite e vedrete”.
Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: “Abbiamo trovato il Messia – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù.
Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: “Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa” - che significa Pietro.
Parola del Signore

Papa Francesco in Sri Lanka e Filippine, programma e diretta webTV dal 12 al 19 gennaio 2015

Ora dello Sri Lanka
Lunedì, 12 gennaio 2015 
19.00 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Roma/Fiumicino per Colombo.

Martedì, 13 gennaio 2015
9.00 Arrivo all'Aeroporto Internazionale di Colombo: Cerimonia di benvenuto.
13.15 Incontro con i Vescovi dello Sri Lanka nell'Arcivescovado di Colombo.
17.00 Visita di Cortesia al Presidente della Repubblica nella Residenza Presidenziale.
18.15 Incontro Interreligioso nel Bandaranaike Memorial International Conference Hall.

Mercoledì, 14 gennaio 2015
8.30 Santa Messa e Canonizzazione del Beato Giuseppe Vaz nel Galle Face Green a Colombo
14.00 Trasferimento in elicottero a Madhu.
15.30 Preghiera Mariana nel Santuario di Nostra Signora del Rosario a Madhu.
16.45 Trasferimento in elicottero a Colombo

Giovedì, 15 gennaio 2015
8.15 Visita alla Cappella “Our Lady of Lanka” a Bolawalana.
8.45 Cerimonia di Congedo all’Aeroporto Internazionale di Colombo.
9.00 Partenza in aereo da Colombo per Manila.

Ora delle Filippine
17.45 Arrivo alla Villamor Air Base di Manila. Accoglienza Ufficiale.
L'erede di Pietro torna nelle Filippine a vent'anni esatti dalla Giornata Mondiale della Gioventù presieduta da San Giovanni Paolo II nel 1995 che, con oltre 5 milioni di partecipanti fu il raduno più numeroso della storia. Per l'Arcivescovo della capitale, Cardinale Luis Antonio Tagle, «Dobbiamo prepararci al meglio, tornando alla Parola di Dio e compiendo atti di misericordia».

Per il rappresentante diplomatico della Santa Sede, il viaggio apostolico del S. Padre è un'occasione di rinnovamento spirituale e di nuova forza nella preghiera.
All'Angelus di ieri 11 gennaio, Papa Francesco ha chiesto di pregare per lui e per la buona riuscita di questo viaggio. Preghiamo la Madonna perché lo protegga e lo guidi.

La visita in Sri Lanka e Filippine (12 video)