Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO INIZIO */ /* BOX POP UP PAPA FRANCESCO FINE */
Maria è pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco, pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione, pro nationum concordia, pro principibus christianis, pro tranquilitate populorum, ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Ostensione permanente del corpo di Padre Pio

Da oggi 1° giugno 2013 le spoglie mortali di Padre Pio resteranno esposte permanentemente nell'urna di cristallo posta nell'intercapedine del plinto centrale della chiesa inferiore intitolata al Santo. La riesumazione è avvenuta con una solenne cerimonia presieduta dal card. Angelo Amato, con gli officianti: Mons. Michele Castoro, Arcivescovo di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo; Mons. Marcello Bartolucci, Arcivescovo segretario della medesima Congregazione e numerosi sacerdoti, cappuccini e diocesani.
La precedente riesumazione del corpo di San Pio da Pietralcina risale alla notte tra il 2 e il 3 marzo 2008. Dal 24 aprile del 2008 al 23 settembre del 2009 le spoglie di San Pio furono esposte in una teca di cristallo all'interno della cripta del Santuario di Santa Maria delle Grazie, il luogo dove il Santo fu sepolto dopo la dipartita al Padre, avvenuta il 23 settembre del 1968. Il Santo stimmatizzato fu visitato da 5 milioni e mezzo di devoti, tra questi vi fu anche Papa Benedetto XVI.

Ma da oggi il corpo di San Pio da Pietrelcina resterà per sempre visibile ai fedeli, come già avviene per altri Santi. La decisione è stata presa dalla Santa Sede in accordo con la Diocesi di Manfredonia Vieste San Giovanni Rotondo e con i Frati Cappuccini di San Giovanni Rotondo, che pare avessero ricevuto innumerevoli richieste in tal senso da parte di fedeli.

Racconta Frate Francesco Colacelli, numero uno dei francescani italiani, attuale presidente dell'Unione dei ministri provinciali delle Famiglie Francescane nonché ministro dei Frati minori di Sant'Angelo e Padre Pio: "Per mezzo dell'esposizione del corpo del Santo da Pietrelcina il Signore concede a tutti i devoti di San Pio e a tutti i fedeli gli stimoli per una crescita o per una rinascita spirituale. Del resto - aggiunge - tutta la vita di padre Pio è stata caratterizzata da carismi e da manifestazioni straordinarie, che avevano l'intento di ricordare all'umanità la dimensione divina a cui è chiamata. Lo stesso intento ci auguriamo di raggiungere con l'ostensione alla venerazione dei fedeli del suo corpo".

La cripta della nuova chiesa dedicata a Padre Pio ha il soffitto rivestito con foglia d'oro - oro ricavato dalla fusione di ex voto donati dai fedeli nel corso degli anni - ed è decorata dai mosaici realizzati da un sacerdote sloveno.

Nessun commento:

Posta un commento