Image Cross Fader Redux
Ciascuno di noi è un messaggio che Dio manda al mondo (P. G. Vannucci OSM)
OREMUS Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Papa Francesco a Napoli e Pompei sabato 21 marzo 2015

Il Cardinale Crescenzio Sepe annunciava così la visita di Papa Francesco: "Il S. Padre arriverà in una città che ha fame di Dio, di lavoro, legalità e progettualità". Il Pontefice inizierà la sua visita dalla periferia della città, dove incontrerà alcuni rappresentanti del mondo del lavoro e della cultura. Subito dopo il Papa raggiungerà la Cattedrale per venerare le reliquie di San Gennaro e per intrattenersi con il clero locale.
Francesco condividerà il pranzo con alcuni detenuti, poi incontrerà gli ammalati, i giovani e il laicato. L'evento si concluderà alle 17 con una Messa solenne.
Il cardinale Sepe ha rivolto un pressante invito a tutta la Diocesi: "Ognuno faccia la sua parte nel ridare vivibilità e dignità a questa terra, questa è una città sulla quale pesano le conseguenze di una crisi che ha reso più precarie le sue già difficili condizioni di vita”.
Poco dopo le 18:00 Papa Francesco è decollato in elicottero per Roma. Si conclude così la visita del pontefice con le tre tappe pomeridiane: prima al Duomo di Napoli, con lo scioglimento del sangue di San Gennaro, (qui il cardinale Sepe ha annunciato: "San Gennaro vuole bene al Papa, il sangue si è già sciolto a metà", così il S. Padre ha risposto scherzosamente: "Si vede che il santo ci vuole a metà, dobbiamo convertirci tutti perché ci voglia più bene"), poi alla Basilica del Gesù Nuovo dove ha incontrato ammalati e disabili e infine sul Lungomare Caracciolo, accolto da 100mila persone.

Nessun commento:

Posta un commento