Image Cross Fader Redux
Ciascuno di noi è un messaggio che Dio manda al mondo (P. G. Vannucci OSM)
OREMUS Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Le femen dalla Innocenzi, d'accordo contro Dio e il Papa

Lo spettacolo indegno de le femen alla trasmissione Anno Uno
L'imprenditore Gian Luca Brambilla: "Scusate ma non sono venuto in una trasmissione in cui si offende la Chiesa cattolica e il Papa"
Invitate dalla conduttrice Giulia Innocenzi alla trasmissione Anno Uno, alcune componenti del gruppo le femen hanno recitato una preghiera tribal-satanica contro Dio e il il Papa, che ha fatto scaturire, tra qualche timido applauso, alcune voci decisamente indignate del pubblico presente.
L'ospite Gian Luca Brambilla, in collegamento da Milano, ha abbandonato la trasmissione con queste parole: "Scusate ma non sono venuto in una trasmissione in cui si offende la Chiesa cattolica e il Papa". Intanto il pubblico in studio si spaccava per lo spettacolo indegno di una tv che, almeno fino a oggi, poteva forse essere apprezzata un pò più delle altre. Staremo a vedere, da oggi in poi.
Non è possibile qui descrivere con realismo lo spettacolo vomitevole che questo gruppo ha esibito ad Anno Uno; purtroppo abbiamo assistito a una recita rivoltante, con contenuti esplicitamente satanici; sono tempi in cui per fare tv si razzola più in basso delle fogne. Si comprende però come satana sia costretto a uscire sempre più allo scoperto, contro un Papa particolarmente attivo e illuminato da Dio, che le suona di santa ragione fuori e dentro la Chiesa. Siamo all'attacco aperto di satana non solo contro la Chiesa e contro tutti i figli di Dio, ma contro il mondo in cui Dio ci ha posti, che satana vorrebbe distruggere. Occorre reagire con fermezza su tutti i fronti. Se non si è con Dio, si è contro Dio

Sosteniamo con la preghiera il Santo Padre e la nostra fede, e boicottiamo la7, il direttore Paolo Ruffini e la conduttrice di Anno Uno Giulia Innocenzi, che al termine della esibizione de le femen non ha esitato a dichiararsi "molto orgogliosa di averle potute ospitare", schierandosi in difesa del gruppo contro quelli che, anche giovani grazie a Dio, hanno reagito tra lo sconcerto e l'indignazione.
VERGOGNA! NO ALLA TV DI SATANA!
Oscuriamo la7 nelle nostre case, in attesa di auspicabili provvedimenti contro la Innocenzi e Ruffini.

Al servo di Dio Francesco va il nostro caloroso sostegno e la nostra gratitudine: grazie Santo Padre!

Nessun commento:

Posta un commento