Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Maria è pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Medjugorje prospera e arricchisce, ma la comunicazione è ancora al palo

Il tesoro di Medjugorje
Il tesoro di Medjugorje è, e resterà sempre, il Cristo Gesù annunciato dalla Regina della Pace: la "Gospa".
"Ad Jesum per Mariam". Benissimo quindi.
Bene che il grandissimo afflusso di pellegrini, più o meno costante anno dopo anno, sia serbatoio di numerose vocazioni e dia anche sostentamento e sviluppo economico al paese, è inevitabile e non c'è niente di male.
Bene anche che la Parrocchia, gestita dai francescani, abbia non solo di che sostenersi, ma anche di che svilupparsi.
Distinguiamo però, che parliamo di un fiume ininterrotto di fedeli coi quali fluisce un apporto costante di denaro. E qui sorge qualche perplessità: perché non sono stati fatti investimenti per quanto riguarda una comunicazione adeguata da Medjugorje?
Abbiamo potuto assistere (per modo di dire), al 24° Festival Internazionale dei Giovani appena concluso soltanto per mezzo di webcam ben poco affidabili. Nessuna TV italiana ha trasmesso in diretta nazionale il festival, come invece è accaduto con l'eccellente TV2000 per la GMG di Rio de Janeiro.
Certamente la GMG è la GMG, ma Medjugorje è molto, molto, molto più ricca di Rio, perché a Medjugorje si lascerà sempre del denaro, viaggio a parte: albergo o pensione, souvenir e libri, consumi vari, offerte e lasciti alla parrocchia, ecc., mentre a Rio no, a Rio i giovani hanno speso il minimo sindacale per la sopravvivenza, eppoi è stato "una tantum".
La differenza è questa: a Rio si è investito per fare, mentre a Medjugorje si è raccolto per 3 decenni forse più di quanto occorrerebbe, senza che siano stati fatti investimenti di pari passo e neppure quegli investimenti che ci si aspetterebbe per rendere decorosamente fruibili gli eventi giornalieri di Medjugorje anche per chi resta a casa.

Signore, cosa vuoi che io faccia? (San Francesco)
Non c'è alcun dubbio che la parrocchia di Medjugorje sia discretamente ricca, se non opulenta. Allora l'invito è a fare ciò che va fatto, ma non sta a me dire come. Non è più ammissibile seguire un tale Festival dei Giovani, che richiama così tante presenze e l'attenzione di centinaia di migliaia di fedeli da tutto il mondo, se non di milioni, con delle webcam! è roba che, in mancanza di meglio, poteva si e no essere accettabile 20 anni fa.
Ci vuole la TV, ci vogliono siti con delle vere webTV come TV2000, serve una comunicazione aperta e ben fatta in stile giornalistico, più che statistica. E se si vuole che sia ben fatta, ci deve essere anche cuore e fede, in altre parole: ci deve essere anche del volontariato.
Provate a cercare sul web dei siti che parlino al cuore delle giornate del 24° Festival appena concluso ... non si trovano! O meglio, si trovano, taluni anche ben aggiornati e seri, ma sono in tedesco, polacco, ungherese, inglese, ecc. nonostante che i pellegrini di nazionalità italiana che frequentano Medjugorje siano circa la metà della somma di tutti gli altri paesi messi insieme.

Il Signore non chiede soldi, né gli promette. 
E resto ancor più sconcertato, quando trovo su qualcuno di questi siti: DONATE! Donate per cosa? Loro dicono per il servizio di traduzione, di registrazione, per gli impianti, le webcam, o per quello che la fantasia gli suggerisce. Lasciate questi siti al loro destino.
Il mio consiglio è di fuggire da qualunque, ripeto: qualunque sito a carattere religioso dove si chiedono contributi o offerte in bella (mostruosa) evidenza per il sito, per il tal servizio, ecc., come da quelli che contengono pubblicità a pagamento!
Evitate donazioni ingiustificate, la fede è una chiamata del Signore per il bene delle anime, così anche la cura di un sito a tema religioso deve avvenire in ricchezza di solo spirito, poi ognuno si regoli come crede.
Per quanto riguarda questo piccolo blog, posso affermare che non entra neppure il più modesto introito pubblicitario, poiché tutto è fatto gratuitamente e forse anche maldestramente, confidando nel bene delle anime. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Mt 10,8).
Dio vi benedica.

Nessun commento:

Posta un commento