Image Cross Fader Redux /* BOX POP UP INIZIO */ /* BOX POP UP FINE */
Maria è pozzo d'amore ove l'anima in Cristo s'immerge

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti. Amen.
Orate fratres Deum pro Pontificem Maximo Francisco,
pro exaltatione Sanctae Ecclesiae ac haeresum extirpatione,
pro nationum concordia,
pro principibus christianis,
pro tranquilitate populorum,
ut omnes una aeternis gaudiis tandem perfruamur.
Custodi nos Domine ut pupilam oculi sub umbra alarum tuarum protege nos.
Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio, et nunc, et semper, et in saecula saeculorum. Amen.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Chi trama contro il Papa?

Chi sono quelli per cui "San Francesco prima e Francesco ora, sono come e più che l'acqua santa per il diavolo"?
I musulmani del Bangladesh hanno organizzato una preghiera speciale per il Presidente della Repubblica Popolare del Bangladesh Zillur Rahman, defunto a Singapore in data 20/03/2013 nell'ospedale in cui era ricoverato da tempo per motivi di salute. La Repubblica Popolare del Bangladesh ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale. In occasione della preghiera per il defunto presidente, gli Imam della comunità bengalese romana hanno deciso di dedicare anche una preghiera per il nuovo Papa Francesco.
I sei Imam della comunità si sono riuniti il 27 marzo per prendere una posizione contro il duro attacco a Papa Francesco da parte di Magdi Allam, colpevole secondo lui di essere troppo aperto al dialogo interreligioso.
Dopo la riunione l’Associazione Dhuumcatu, gli Imam hanno deciso di dedicare la preghiera di oggi - avvenuta alla moschea di Torpignattara - sia al defunto Presidente Zillur Rahman che al Papa Franceso, per sottolineare che la comunità islamica è a fianco del Papa per una pacifica convivenza tra le diverse fedi religiose, a Roma e nel mondo. (Comunicato stampa dell’Associazione Dhuumcatu pubblicato il 29 marzo 2013 su: frontierenews.it)

Rallegriamocene. Ma non pensate che gli attacchi a Papa Francesco provengano (in Italia) soltando da parte di Magdi Allam o da Scalfari; leggete qui: http://traditioliturgica.blogspot.it/2013/04/la-chiesa-fuori-di-se-stessa.html
e qui: http://muniatintrantes.blogspot.it/2013/04/conversione-della-chiesa.html#comment-form
e qui: http://blog.messainlatino.it/2013/03/il-papa-piacione.html?
Si raccolgono insidiose illazioni nei confronti di Papa Francesco, che non esito a definire ignobili, tali da togliere ogni dubbio sul fatto che esistano da tempo trame e poteri occulti costituiti a scopo eversivo nei confronti di qualsiasi Papato, fuori e dentro la Chiesa.
Si noti infatti la totale, dispregiativa e arrogante mancanza di rispetto non solo nei confronti di Papa Francesco (criticano praticamente tutto), ma anche dei suoi tre predecessori: Wojtyla, Montini e Roncalli. L'attacco ai quattro Papi inizia cercando di dare un'interpretazione personale e assai surreale alla parola uscire, pronunciata da Papa Francesco nel contesto della meditazione della sua prima udienza generale di mercoledì 27 marzo. Ecco la frase integrale: [Bisogna] “Uscire da se stessi, da un modo di vivere la fede stanco e abitudinario, dalla tentazione di chiudersi nei propri schemi che finiscono per chiudere l’orizzonte dell’azione creativa di Dio. Dio è uscito da se stesso per venire in mezzo a noi, ha posto la sua tenda tra noi per portarci la misericordia di Dio che salva e dona speranza”, ha ricordato papa Francesco. “Anche noi - ha aggiunto - se vogliamo seguirlo e rimanere con Lui, non dobbiamo accontentarci di restare nel recinto delle novantanove pecore, dobbiamo 'uscire', cercare con Lui la pecorella smarrita, quella più lontana. Ricordate bene: uscire da noi, come Gesù, come Dio è uscito da se stesso in Gesù e Gesù è uscito da se stesso per noi”.

Ecco, vedete come la la parola "uscire" sia inserita nel contesto di un messaggio chiaro e semplice che non offre affatto spazi a fantasiose interpretazioni, nel quale il Papa ci invita alla conversione con la partecipazione attiva. Approfondimenti sulla prima udienza generale di Papa Francesco qui: http://www.piccolenote.it/7976/seguire-gesu-uscire-da-se-stessi-per-aprirsi-allazione-creativa-di-dio
http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/udienza-audicence-audiencia-23619/
Ciononostante, quella parolina: "uscire" è stata tanto vilmente strumentalizzata da offendere perfino l'intelligenza di chi legge, per arrivare a rasentare il dileggio nei confronti di Papa Roncalli nei commenti a seguito dell'articolo originale.
Ormai scevri da doverosi dubbi, non possiamo non condannare la diabolica posizione degli autori e dei sostenitori di questi ingiusti attacchi, attuati da demagoghi ingannatori della buona fede comune unicamente per alimentare le trame oscure di chi vedremo poi; ma non c'è altresì dubbio che quando si sguazza nel fango, alla fine si possa affogare, ed è fango bollente rosso come lava, quello dei piani bassi per intenderci, dove il fumo di satana potrebbe anche aver intossicato sia i fanatici Lefebvreviani che i nostalgici tridentini, e coloro che hanno avuto le mani sporche nello IOR, quelli che sotto la mozzetta con stola di ermellino potrebbero nascondere il grembiule massonico, ovvero: tutti quelli per cui San Francesco prima e Papa Francesco ora sono come e più che l'acqua santa per il diavolo.

Santo Padre Francesco, noi ti sosterremo dai nemici interni ed esterni con preghiere, solidarietà e obbedienza!

Nessun commento:

Posta un commento