Image Cross Fader Redux
Ciascuno di noi è un messaggio che Dio manda al mondo (P. G. Vannucci OSM)
OREMUS Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Sotto la sua ombra ho piantato la mia tenda (Pseudo-Ippolito)

Quest`albero è per me di salvezza eterna:
di esso mi nutro, di esso mi pasco.
Per le sue radici io affondo le mie radici,
per i suoi rami mi espando,
della sua rugiada mi inebrio,
dal suo spirito, come da soffio delizioso,sono fecondato.
Sotto la sua ombra ho piantato la mia tenda
e ho trovato riparo dalla calura estiva.
Per i suoi fiori fiorisco,
dei suoi frutti mi delizio a sazietà,
e colgo liberamente i frutti fin dalle origini a me destinati.
Quest`albero è nutrimento alla mia fame,
sorgente per la mia sete, manto per la mia nudità;
le sue foglie sono spirito di vita e non foglie di fico.
Quest`albero è mia salvaguardia quando temo Dio,
appoggio quando vacillo,
premio quando combatto,
trofeo quando ho vinto.
Quest`albero è per me "il sentiero angusto e la via stretta";
è la scala di Giacobbe, è la via degli angeli
alla cui sommità realmente è appoggiato il Signore.
Quest`albero dalle dimensioni celesti
si è elevato dalla terra al cielo,
fondamento di tutte le cose,
sostegno dell`universo,
supporto del mondo intero,
vincolo cosmico che tiene unita la instabile natura umana,
assicurandola con i chiodi invisibili dello Spirito,
affinché stretta alla divinità non possa più distaccarsene.
Con l`estremità superiore tocca il cielo,
con i suoi piedi rafferma la terra,
tiene stretto da ogni parte,
con le braccia sconfinate,
lo spirito numeroso e intermedio dell`aria.
Egli era tutto in tutte le cose e dappertutto.
E mentre riempie di sè l'universo intero,
si è svestito per scendere in lizza nudo contro le potenze dell'aria.
Questo albero ampio come la volta stellata
è cresciuto dalla terra fin lassù in cielo.
Pianta immortale si allunga tra cielo e terra.
Essa è il punto base del tutto,
il punto d’appoggio di tutte le cose,
le fondamenta di tutta la terra abitata,
il cardine del cosmo.
In sé essa raccoglie ad unità
tutti i vari aspetti della natura umana.
È fissata con gli invisibili chiodi dello Spirito
perché mai si sciolga dai vincoli
che la legano al Divino.
Essa tocca i vertici più alti dei cieli
e consolida col suo piede la terra,
e l’ampia atmosfera intermedia
cinge con le sue braccia smisurate.

(Pseudo-Ippolito)
Fonte: http://ipadrideldeserto.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento