Image Cross Fader Redux
Ciascuno di noi è un messaggio che Dio manda al mondo (P. G. Vannucci OSM)
OREMUS Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, ma liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Una passo del Vangelo per te

UN PASSO DEL VANGELO PER TE

Venerdì 1 novembre 2013: Vangelo di Matteo (5,1-12a) con meditazione

Solennità di tutti i Santi - 1° novembre
"Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli"
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli. Prendendo allora la parola, li ammaestrava dicendo:
«Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi».


Catechismo della Chiesa cattolica
§ 946, 955-961

Credo alla comunione dei Santi

Dopo aver confessato « la santa Chiesa cattolica », il Simbolo degli Apostoli aggiunge « la comunione dei santi ». Questo articolo è, per certi aspetti, una esplicitazione del precedente: « Che cosa è la Chiesa se non l'assemblea di tutti i santi? » (San Niceta). La comunione dei santi è precisamente la Chiesa. …

La comunione della Chiesa del cielo e della terra: « L'unione quindi di coloro che sono in cammino coi fratelli morti nella pace di Cristo non è minimamente spezzata, anzi, secondo la perenne fede della Chiesa, è consolidata dalla comunicazione dei beni spirituali » (Vatican II, LG 49). L'intercessione dei santi: « A causa infatti della loro più intima unione con Cristo, i beati rinsaldano tutta la Chiesa nella santità. … La nostra debolezza quindi è molto aiutata dalla loro fraterna sollecitudine » (LG). « Non piangete. Io vi sarò più utile dopo la mia morte e vi aiuterò più efficacemente di quando ero in vita » (S. Domenico). « Passerò il mio cielo a fare del bene sulla terra » (S. Teresa del Bambin Gesù). 

La comunione con i santi: « …come la cristiana comunione tra coloro che sono in cammino ci porta più vicino a Cristo, così la comunione con i santi ci unisce a Cristo, dal quale… promana tutta la grazia e tutta la vita dello stesso popolo di Dio » (LG 50)… Nell'unica famiglia di Dio: « Tutti noi che siamo figli di Dio e costituiamo in Cristo una sola famiglia, mentre comunichiamo tra di noi nella mutua carità e nell'unica lode della Trinità Santissima, corrispondiamo all'intima vocazione della Chiesa » (LG 51). 

In sintesi: La Chiesa è « comunione dei santi »: questa espressione designa primariamente le « cose sante » (sancta), e innanzi tutto l'Eucaristia con la quale « viene rappresentata e prodotta l'unità dei fedeli, che costituiscono un solo corpo in Cristo » (LG 3). Questo termine designa anche la comunione delle « persone sante » (sancti) nel Cristo che è « morto per tutti » (2Cor 5,14), in modo che quanto ognuno fa o soffre in e per Cristo porta frutto per tutti.

Nessun commento:

Posta un commento